L’accessibilità alla cultura per i disabili visivi. Storia e orientamenti

Home
Archivio
Approfondimenti teorici
L’accessibilità alla cultura per i disabili visivi. Storia e orientamenti

Sono qui raccolti diversi scritti, frutto di una riflessione più che ventennale, su come sia possibile offrire alle persone con disabilità visive un migliore accesso alla cultura. Certo, oggi si ragiona oramai diffusamente di accessibilità for all, e un approccio più limitato e specifico può forse sembrare a prima vista riduttivo rispetto al dibattito in corso. In realtà non bisogna dimenticare che, se si è arrivati a proporre una visione più ampia del design “per tutti”, è solo dopo che si sono compiuti lunghi percorsi di studio e di sperimentazione su terreni particolari. Questo libro aiuta appunto ad approfondire uno di quei percorsi, attraverso l’analisi dei problemi concreti con cui devono misurarsi ciechi e ipovedenti, ma soprattutto discutendo soluzioni fortemente innovative adottate via via in Italia e in altri paesi per consentire una fruizione più ampia e più ricca del patrimonio culturale, da intendersi come la necessaria premessa di una maggiore libertà di scelta e di iniziativa per ogni singolo individuo.

Conclude il volume un saggio che ripercorre la storia delle riflessioni su linguaggio e cecità, dagli sforzi di integrazione scolastica dei non vedenti attorno alla metà del Novecento al dibattito sul verbalismo degli ultimi decenni.

Possibilità di download libro in formato .ePub accessibilita_cultura_disabili

Fabio Levi, L’accessibilità alla cultura per i disabili visivi. Storia e orientamenti, Silvio Zamorani editore 2015